giovedì , 20 giugno 2019
Home / Articoli / DISABILI. Abbattere le barriere: nasce a Castellammare il comitato PEBA

DISABILI. Abbattere le barriere: nasce a Castellammare il comitato PEBA

L’abbattimento delle barriere architettoniche per i disabili. E’ su questo tema, urgente quanto troppo spesso trascurato, che si è svolto un bel momento di confronto pubblico e dibattito a Castellammare di Stabia, a cura del Forum Disabilità coordinato da Nino Di Maio.

Numerose le testimonianze e i contributi offerti durante la serata che si è svolta al Salone Viviani, nel cuore del centro antico della cittadina stabiese: dall’architetto Domenico Vozza, che ha introdotto il tema, a Paolo Schettino, presidente dell’Associazione “Ci raccontiamo” che ha sottolineato la necessità di abbattere prima di tutto le ‘barriere mentali’; da Bruno Cammarota, presidente delle ACLI 4D e della ONLUS ‘La casa di Paolo’ che ha ricordato come in Italia una legislazione efficiente a favore della disabilità venga il più delle volte disattesa, a Giusy Sbaglio, dell’associazione DIV.A che ha rilanciato l’attenzione sul problema dei marciapiedi e relative rampe nonché sull’uso improprio dei permessi di parcheggio riservati ai disabili fino a proporre un flash-mob ovvero una ‘giornata in carrozzella‘ con protagonisti anche esponenti istituzionali impegnati, a percorrere le strade con le sedie a rotelle.

Ricco di spunti il dibattito politico-istituzionale, moderato da Ernesto Manfredonia, seguito a ruota dopo il cotè di testimonianze. In apertura il saluto del sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, che ha ribadito la volontà dell’amministrazione stabiese a proseguire la collaborazione con il Forum Disabilità e in particolare la disponibilità ad adottare provvedimenti atti all’abbattimento delle barriere.

Il mini-convegno ha sviscerato il tema da una pluralità di prospettive, a partire dall’esperienza che i politici partecipanti hanno avuto modo di registrare nelle rispettive sedi istituzionali. L’europarlamentare Isabella Adinolfi ha rilevato ad esempio le difficoltà in sede europea inerenti alcuni provvedimenti a sostegno della disabilità, non senza rilanciare l’importanza di superare prima di tutto pregiudizi e ‘barriere mentali’.

La consigliera regionale Flora Beneduce ha ricordato il  lavoro per dotare le spiagge delle sedie Job e l’impegno della Regione, insieme agli altri consiglieri presenti, per favorire la diffusione del linguaggio LIS. 13 milioni di euro sono stati inoltre stanziati per l’abbattimento delle barriere; 90.000 euro l’importo destinato alla città di Castellammare. Questo a fronte di una diminuzione di fondi per i disabili nella legge finanziaria, stigmatizzata dal parlamentare Catello Vitiello, e di diversi emendamenti, sempre a tutela della disabilità, non accolti in sede di discussione della legge. In sintonia con il lavoro del Forum Disabilità per l’accesso alle spiagge anche il consigliere regionale Luigi Cirillo, membro della Commissione Politiche Sociali, che ha lanciato un input al Comune di Castellammare per risolvere il problema parcheggio con una semplice ordinanza sindacale.

Infine Alfonso Longobardi, della Commissione Bilancio della Regione Campania, ha illustrato alcuni aspetti della legge del ‘dopo di noi‘ relativa al sostegno dei disabili privi di supporti familiari con un excursus sulle iniziative-modello condotte in altre regioni,  e la costituzione del fondo denominato “durante noi” di 500.000 euro da utilizzare tramite gli ambiti territoriali.

In chiusura l’assessore alle Politiche Sociali di Castellammare, Antonella Esposito, aprendo sulla disponibilità dell’amministrazione all’eliminazione delle barriere, ha percorso le proposte per il mondo della disabilità contenute nel DOS (Documento Operativo Strategico del Comune) in fase di approvazione, e sottolineato l’istituzione della figura del Garante per la disabilità, suggerita dal Forum stesso.

Dobbiamo sognare un futuro migliore per il mondo della disabilità” – ha concluso Nino Di Maio – “ma rimanendo nella concretezza. Stasera dal Forum lanciamo anche la proposta di istituire un centro di eccellenza per il ‘dopo di noi’ nell’ex Colonia dei Ferrovieri di Castellammare. Oggi nasce nella sostanza anche il COMITATO PEBA, sull’esempio di quello di altre città, e l’auspicio è che da qui a qualche mese ci sia anche la delibera comunale che istituisce formalmente il comitato. Speriamo di avere sul portale del Comune uno spazio in cui ogni cittadino possa indicare le barriere con foto e con una breve descrizione. E, tra un anno, sarà bello ritrovarci tutti di nuovo qui per vedere quanta strada siamo stati capaci di fare con il contributo di ognuno di noi“.