martedì , 23 aprile 2019
Home / Articoli / GENERARE FUTURO. Il bilancio nell’evento del 18 marzo

GENERARE FUTURO. Il bilancio nell’evento del 18 marzo

Con l’evento motivazionale Generazione Lavoro lunedì 18 marzo alle ore 9 nella Sala del Concistoro dell’Istituto Professionale «Alfonso Casanova» si concluderà il segmento napoletano del progetto Generare Futuro. Sostegno ai giovani talenti, promosso dal Forum Nazionale delle Associazioni Familiari in 5 regioni italiane, in partenariato con le Acli, e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile.

Nel capoluogo partenopeo il progetto, volto ad accrescere l’empowerment dei giovani nell’ingresso e nella permanenza nel mondo del lavoro, è stato condotto dal Forum Provinciale delle Associazioni Familiari in stretta collaborazione con le Acli provinciali e l’Arcidiocesi.

Circa quattrocento i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che hanno fruito del percorso gratuito di orientamento e laboratori pratici propedeutici alla formazione professionale, i cui risultati saranno illustrati nel corso di una tavola rotonda alla presenza di S.E. il Cardinale Crescenzio Sepe.

Parteciperanno al convegno il Presidente del Forum Provinciale Oreste Ciampa, la Direttrice dell’Ufficio Scolastico Regionale Luisa Franzese, il consigliere del Forum Regionale Nino Di Maio, il Vicecommissario delle Acli provinciali Paolo Ferri, il Vicario per il Laicato della Diocesi napoletana Mons. Mario Cinti, il Presidente del Forum Nazionale delle Associazioni Familiari Gianluigi De Palo e il Preside della Scuola Professionale Elis Pierluigi Bartolomei. Il coordinamento dei lavori è affidato a Maria Pia Mauro, Vicepresidente del Forum Provinciale delle Associazioni Familiari.

La seconda tranche dell’evento vedrà protagonisti i partecipanti al progetto che, insieme ai dirigenti scolastici Giovanna Scala, Carmela Musello e Rosanna Stellato, ai tutor e agli stakeholder offriranno un patchwork del percorso progettuale, scandito dai video realizzati dagli studenti dell’ISIS «Casanova» sotto la guida del docente Ernesto Albano.

Generare Futuro è un progetto rivolto a giovani disoccupati, studenti dell’ultimo anno degli istituti professionali e donne, tre target diversi ma statisticamente accomunati dall’esigenza di essere supportati nell’inserimento nel mondo del lavoro. A Napoli i partecipanti sono stati reclutati tra gli alunni degli istituti Professionali «Isabella D’Este Caracciolo», «Duca di Buonvicino» e «Alfonso Casanova»; comunità di ragazzi stranieri, giovani donne e uomini disoccupati della città metropolitana. A loro, dopo il primo step di orientamento, bilancio di competenze, acquisizione delle conoscenze di base per accedere ai finanziamenti per cooperative ed imprese, è stata offerta la possibilità di conoscere da vicino le eccellenze napoletane tra arti e mestieri. Un’opportunità garantita dagli stakeholder che hanno liberamente accolto l’invito del Forum e che comprendono sia brand internazionali come la Maison E. Marinella e l’Antica Pizzeria Da Michele In The World – MITW, sia associazioni e imprese locali quali l’Associazione Presepistica Napoletana e la bottega del maestro liutaio Gaetano Pucino.

«I nostri giovani hanno bisogno di comprendere che anche a Napoli c’è la possibilità di impiegare i propri talenti, cioè quelle doti che ciascuno di noi possiede e che vanno riscoperte» – spiega Maria Pia Mauro – «Si possono cogliere le opportunità di tradizioni di artigianato apprezzate in tutto il mondo e ci sono anche realtà imprenditoriali aperte alla solidarietà e disposte a investire sui più volenterosi. Lo dimostrano la borsa di studio messa in palio dall’Antica Pizzeria Da Michele In The World e il concorso di idee della Maison E.Marinella. Due occasioni non programmate in partenza e scaturite spontaneamente in seno al progetto».

«È stato per noi e per tutto il gruppo MITW un motivo di vanto ed un grosso evento motivazionale partecipare al progetto Generare Futuro e dare il nostro contributo per regalare sogni e speranze a questi ragazzi» – dichiarano Alessandro e Daniela Condurro (General Manager & CEO Michele in the World) – «Ad una prima scansione abbiamo colto l’impegno e la buona volontà di diversi partecipanti e questo ci ha convinti a mettere in palio una borsa di studio, lieti anche di poter trasmettere ai ragazzi un messaggio di ottimismo e di speranza».

Fanno eco le parole di Maurizio Marinella, titolare della storica maison di Riviera Di Chiaia. «Sono sempre pronto, e molto felice di farlo, a supportare i giovani. È importante trasmettere il messaggio che c’è tanto che si può fare, ci sono molti mestieri che i giovani possono intraprendere e che danno grandi soddisfazioni».

Se dunque il 18 marzo segnerà la conclusione ufficiale di Generare Futuro, si intravede la scia di un percorso che almeno per alcuni partecipanti si concretizzerà in una reale opportunità lavorativa e la fecondità sociale di un’iniziativa che riesce a unire energie associative e imprenditoriali. «Generare Futuro è una goccia nel mare!» – dichiara Oreste Ciampa – «Ma è pur sempre una goccia che punta a realizzare una strategia globale e dà un orientamento a cogliere la terapeuticità del territorio, come funzione di promozione integrale della persona umana».